×

Messaggio

Direttiva EU e-Privacy

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, accettate l'utilizzo di questi tipi di cookies sul vostro dispositivo.

Visualizza il documento circa la Direttiva EU e-Privacy

Avete rifiutato e cookies. Questa decisione può essere cambiata.

Rifugi

Sentieri e Rifugi del Lecchese

GRIGNE

La GrignaLa GrignaSasso Cavallo

Le Grigne e il Resegone sono conosciuti in tutto il mondo dell’alpinismo per le innumerevoli vie di scalata che le caratterizzano e per essere state palestra per alcuni dei più grandi alpinisti di tutti i tempi.
Le guglie dolomitiche che emergono, quasi magicamente, dalle sponde del Lario, regalano scorci di grande suggestione anche a chi percorre i sentieri come escursionista.
All’interno del gruppo delle GRIGNE si distinguono la Grigna Settentrionale, comunemente chiamata Grignone (2410 m) e la Grigna meridionale, conosciuta come Grignetta (2177 m).

GrignettaI Rifugi delle GrigneRifugio Brioschi

Il primo, raggiungibile dal versante lacustre partendo da Mandello del Lario oppure più comodamente dalla Valsassina, è decisamente meno aspro ed offre diverse possibilità escursionistiche, tutte con una splendida vista dalla vetta sulla parte centrale ed occidentale dell’arco alpino.
La Grignetta è molto famosa per il magnifico ambiente naturale e per l’ottima rete di sentieri che consente indimenticabili escursioni e numerose arrampicate. Il terreno è molto scosceso, solcato da profondi canaloni e disseminato da decine di formazioni rocciose, guglie e torrioni.

Rifugio BrioschiRifugio Bietti BuzziRifugio BoganiRifugio Rosalba

Particolarmente piacevoli sono le escursioni brevi ai Piani Resinelli.
Ospitalità e buon cibo sono sempre disponibili nei rifugi e ristoranti, alcuni raggiungibili direttamente in auto come quelli ai Piani Resinelli, altri situati al termine di escursioni più o meno brevi e impegnative.
Situato sulla costiera che dalla Grignetta scende verso Mandello, si segnalano il Rifugio Rosalba - mt. 1730, in posizione molto panoramica e il Rifugio Elisa - mt. 1515, ottimo punto di partenza per le scalate al Sasso Cavallo e al Sasso dei Carbonari, oltre che per salite al Grignone e per interessanti traversate.
Sul Grignone si segnalano il Rifugio Bogani (1816 mt) e appena sotto la vetta, in posizione spettacolare, il Rifugio Brioschi, dal quale si godono panorami mozzafiato.

RESEGONE

 Resegone

Il Resegone, con i 1875 m della vetta principale: la punta Cermenati, è la montagna più famosa del territorio lecchese.
La sua sagoma, con la sua tipica forma frastagliata, è ben visibile anche fin oltre Milano, particolarmente nelle giornate terse.
Gli escursionisti hanno a disposizione tre versanti dove poter scegliere le proprie escursioni – da Lecco, da Morterone e da Erve – tutti molto belli ed ognuno con caratteristiche differenti per lunghezza e difficoltà.

Rifugio AzzoniCima ResegoneRifugio Stoppani

Il Resegone offre una varietà incredibile di percorsi: da sentieri elementari adatti ai meno esperti a percorsi più impegnativi, tra i quali le vie ferrate, ideali per gli escursionisti più allenati.
Per gli appassionati degli sport estremi esistono numerose falesie attrezzate per l’arrampicata.
Proprio sotto la vetta del Resegone si trova il Rifugio Azzoni, da dove il panorama spazia a 360,° e sulle sue pendici il Rifugio Stoppani - mt. 890.

Il Resegone da Lecco