×

Messaggio

Direttiva EU e-Privacy

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, accettate l'utilizzo di questi tipi di cookies sul vostro dispositivo.

Visualizza il documento circa la Direttiva EU e-Privacy

Avete rifiutato e cookies. Questa decisione può essere cambiata.

Ciclo Turistico

CICLABILE DELLA VALSASSINA

Ciclabile della ValsassinaCiclabile della ValsassinaCiclabile della Valsassina

Itinerario ideale per tutta la famiglia, che consente di pedalare in completa tranquillità su un percorso sicuro ammirando gli angoli più belli e nascosti delle montagne della Valsassina.
Si parte dalla cosiddetta “Chiusa” della Valsassina (570 mt) poco prima del paese di Introbio.
Il percorso si snoda lungo il torrente Pioverna e giunge fino a Prato San Pietro/Cortenova (478 mt).
La ciclabile è completamente su asfalto e non presenta difficoltà, permette di organizzare pic-nic, bagni nel fiume ed altre attività sportive come l’equitazione, in uno dei maneggi che si incontrano lungo il tracciato.

Ciclabile della ValsassinaCiclabile della ValsassinaCiclabile della valsassina

Lunghezza A/R: 13 Km – Dislivello: 92 mt – Tempo di percorrenza: 30 min – Grado di difficoltà: facile

Ciclabile della Valsassina

TRAVERSATA BASSA

Traversata BassaTraversata BassaTraversata Bassa

Itinerario molto bello, che attraversa il gruppo delle Grigne su percorsi di media montagna con una varietà di paesaggi tipici del luogo.
Si parte da Ballabio (690 mt) fino a raggiungere su asfalto – dopo 14 tornanti – il Pian dei Resinelli (1284 mt).
Dai Resinelli si prosegue verso il Rifugio Soldanella (1349 mt) da dove – con qualche lieve cambio in pendenza – si raggiunge il cartello che indica la direzione della Traversata bassa.
Si prosegue fino a giungere nei pressi del’azienda agricola “Pian delle Fontane” (1380 mt).
In breve si arriva ad attraversare il torrente Pioverna (1077 mt) fino a che il tracciato incrocia il sentiero che porta alla località Pialeral per poi proseguire tra salite e discese per boschi e prati, passando dalla chiesetta Regina Pacis fino a raggiungere l’abitato di Pasturo (630 mt).
Da qui si raggiunge la SP 62 per ritornare al punto di partenza.

Lunghezza A/R: 36 Km – Dislivello: 1050 mt – Tempo di percorrenza: 4 ore – Grado di difficoltà: medio

Traversata BassaTraversata Bassa

LUNGO ADDA - PARCO ADDA NORD

Parco AddaParco AddaParco Adda

Itinerario che si sviluppa lungo l’argine destro dell’Adda e non richiede particolare forma fisica.
Si parte dal campo sportivo di Olginate e si scende la strada principale fino a raggiungere il ponte della ferrovia, dove la strada diventa sterrata.
Si pedala immersi nel verde, ammirando la bellezza delle Grigne e del Resegone che si specchiano nelle acque del fiume.
Si passa Brivio con il suo castello, il ponte che collega la sponda lecchese con quella bergamasca, Imbersago dove si trova, ancora in funzione, il traghetto manuale progettato 5 secoli fa da Leonardo da Vinci. Passata la diga di Robbiate inizia l’ecomuseo di Leonardo, un percorso composto da 14 tappe di interesse storico-culturale.
Poco dopo troviamo il maestoso ponte in ferro di Paderno d’Adda, alto 80 mt, dal quale si gode di una vista mozzafiato sul canyon sottostante.
Dopo Trezzo, attraversando l'Adda si giunge a Capriate San Gervasio, dove si trova l'interessante Villaggio di Crespi d'Adda, un abitato artificiale ideato, sognato, pensato e realizzato da Crespi a fine 800 per i dipendenti del suo cotonificio.
Le case, le strutture pubbliche, i servizi, le scuole etc. facevano parte di un disegno unico che oggi è possibile visitare.

Parco AddaParco Adda

Lunghezza A/R: 30 Km – Dislivello: 120 mt – Tempo di percorrenza: 1.30h – Grado di difficoltà: facile

parco AddaParco Adda

SALITA DEL GHISALLO

Salita del Ghisallo

La salita inizia da Bellagio, tra il terzo chilometro e l'abitato di Guello si trova la parte più impegnativa, caratterizzata da sette stretti tornanti e da lunghi rettilinei, con pendenze che raggiungono il 14%.
In diversi tratti è possibile ammirare splendidi squarci del lago con sullo sfondo la Grigna che si specchia nell'acqua.
Negli ultimi due chilometri la strada riprende a salire con una pendenza media di oltre l'8 %, poi finalmente dietro l'ultima curva si intravede la sagoma del Santuario.
I migliori professionisti riescono a compiere il percorso in meno di 20 minuti.

salita del GhisalloSalita del ghisallo

Lunghezza A/R: 17 Km – Dislivello: 471 mt – Tempo di percorrenza: 35 min. – Grado di difficoltà: molto impegnativo